RMS Your Best Partner

Home » Area Moto » Novita' area moto

Novita' area moto

12 Maggio 2016

Marco Pagani: “Il Tourist Trophy è unico, ecco come lo affronterò”

Il 25 maggio, giorno della partenza del nostro amico Marco “Phagaci” Pagani verso l’avventura del Tourist Trophy 2016, è sempre più vicino: fervono i preparativi, gli ultimi dettagli sono in via di definizione, e Marco sta perfezionando la propria moto in vista di un’esperienza straordinaria.

In virtù dell’amicizia che ci lega ormai da anni, e ci ha regalato reciproche soddisfazioni, abbiamo chiesto proprio a lui di raccontarci con quali emozioni si sta avvicinando all’evento che lo vedrà impegnato sul mitico circuito cittadino dell’Isola di Man.

Ad esempio, siete curiosi di sapere qual è il tratto più entusiasmante nei 60,7 km di ogni giro del tracciato, che porta dal livello del mare fino ai 600 metri di altitudine passando attraverso centri abitati e paesaggi lunari? Marco non ha dubbi:

“La parte più bella del Tourist Trophy è quella in montagna, la Mountain Course dell’Isola di Man: ci sono tante curve veloci e con una vista mozzafiato sul mare, anche se non è il caso di distrarsi...”

Già, perché le strade dell’Isola di Man sono piene di insidie; Marco, che si sta preparando a percorrerle ormai per il terzo anno, le ha ben presenti:

“Salti e compressioni fanno davvero paura: puoi prepararti in pista quanto vuoi, ma situazioni come queste non te ne capitano mai! La vera trappola, però, sono le buche: trattandosi di un circuito “cittadino” l’asfalto è pieno di imperfezioni e di tombini, e bisogna studiare in poche ore un assetto particolare che ti consenta di dare gas senza correre particolari rischi”.

Ma che cos’è, per chi non lo conosce, il TT, il mitico Tourist Trophy?

“E’ una gara che non ha eguali al mondo - ci spiega Marco - Un giro è lungo più di 60 km, e nel Senior TT se ne corrono sei con un pit stop per cambio gomme e rifornimento ogni due giri: sono 360 km, quasi due ore in sella. E’ una corsa massacrante, ma affascinante”

Veniamo dunque ai compagni di viaggio scelti da Marco Pagani per questa avventura 2016: la moto è sempre una BMW S1000RR, ma in una versione aggiornata rispetto alla precedente del 2011. Per batteria Marco ha scelto la Li-On R di Li-On Battery:

“è la più compatta e leggera, e con il fatto che la si può alloggiare ovunque senza problemi ci è tornata utile per fare spazio al serbatoio, un 24 litri che termina nel sottocodone; inoltre è affidabilissima, praticamente perfetta”.

La catena di Marco Pagani nell’avventura del TT 2016 sarà invece una A-Chain EX520:

“è un prodotto nuovo, color oro, così come d’oro sono le sue prestazioni: quest'anno l’azienda le ha sviluppate in una versione più leggera e capace di trasmettere al meglio la potenza di tutti i cavalli motore, una vera garanzia”.

E’ Ferodo, invece, il brand scelto per le pastiglie:

“Le XRAC durano a lungo, si usurano poco e lavorano al meglio alle medie temperature; quando le usi la leva del freno risponde bene e la pastiglia è sempre pronta a fare il suo dovere”

Infine, il filtro olio. Per questo Marco ha scelto Champion, e partirà con una bella scorta perché...

“Al Tourist Trophy ne servono parecchi: tenete conto che se ne cambia uno per ogni giornata di prove, per avere sempre le migliori performance dalla propria moto”

Marco “Phagaci” Pagani correrà tre gare nelle due settimane del TT dell’Isola di Man: Superbike Race e Superstock Race lunedì 6 giugno, poi il gran finale con il Senior Tourist Trophy di venerdì 10 giugno. Il suo obiettivo è entrare nella top 20, al cospetto di piloti ben più esperti di lui che hanno già provato la gara in diverse occasioni.

Noi gli facciamo il nostro più grande in bocca al lupo, e invitiamo anche voi a fare il tifo per lui insieme a noi ;)

 

 

Categoria

Generiche

Torna all'archivio notizie

Ultime notizie