RMS Your Best Partner

Home » Azienda » Notizie » Incentivi per e-bike e scooter elettrici: dal Comune di Genova fino a 1.000 € per ogni acquisto!

Notizie

04 Dicembre 2017

Incentivi per e-bike e scooter elettrici: dal Comune di Genova fino a 1.000 € per ogni acquisto!

Buone notizie per gli amici di Genova che stanno pensando di dare una svolta ecologica alla propria mobilità personale: il Comune ha approvato venerdì 1 dicembre 2017 una delibera di Giunta che introduce degli incentivi per chi acquista uno scooter elettrico o una e-bike.

A quanto ammonta l’incentivo?

Il contributo messo a disposizione dal Comune può arrivare fino a 1.000 € nel caso in cui si vada ad acquistare uno scooter elettrico rottamando, contestualmente, un vecchio scooter Euro 0. Chi invece non ha un vecchio scooter da rottamare riceverà un contributo di 800 €.

L’incentivo è previsto anche per l’acquisto di bici elettriche, e ammonta a 500 € nel caso in cui si abbia uno scooter da rottamare e a 400 € per chi non ne ha uno.

Il contributo copre la spesa sostenuta per l’acquisto del veicolo e la relativa IVA, ma non le altre possibili spese a esso connesse (per esempio i costi di spedizione, le commissioni bancarie, etc.)

I requisiti per ottenere l’incentivo e-bike a Genova

La delibera specifica altri requisiti necessari per richiedere l’accesso al contributo e definisce altre linee guida che è utile conoscere:

  • essere maggiorenni;
  • risiedere nel Comune di Genova alla data di pubblicazione del bando (il 15 dicembre 2017);
  • l’incentivo non è cumulabile con ulteriori agevolazioni statali, regionali o con incentivi erogati da altri Enti o Amministrazioni per lo stesso acquisto e non può superare il 50% della spesa sostenuta per l’acquisto;
  • il contributo può essere richiesto una volta sola per ogni nucleo familiare.

L’incentivo per l’acquisto di e-bike e scooter elettrici proposto dal Comune di Genova è quindi riservato alle persone fisiche e non alle flotte aziendali.

I documenti da presentare per richiedere l’incentivo

Chi vuole accedere al contributo messo a disposizione dal Comune di Genova per l’acquisto di una bici o di uno scooter elettrici deve presentare all’Ufficio Protocollo alcuni documenti:

  • la domanda di erogazione del contributo in marca da bollo da 16,00 € (il modulo da compilare è scaricabile anche dal sito del Comune)
  • una copia fronte/retro del documento di identità di chi avanza la richiesta di contributo
  • la documentazione che testimonia l’acquisto del mezzo, da presentare entro 60 giorni dalla domanda di richiesta dell’incentivo

Questi documenti possono essere consegnati anche da un delegato, che deve essere munito di delega.

Gli incentivi per le e-bike e gli scooter elettrici saranno riconosciuti dal Comune di Genova fino a esaurimento dei fondi disponibili, che ammontano a 227.369 €.

Nel caso in cui le richieste dovessero superare questo importo, per l’erogazione varrà l’ordine di protocollazione delle domande (ossia, chi primo arriva meglio alloggia).

Per presentare le domande c’è tempo dal 15 dicembre 2017 al 31 maggio 2018.

Perché un incentivo sulle e-bike?

Grazie a questa misura, e ad altre che sono state o saranno presto poste in essere, il Comune di Genova conta di introdurre soluzioni strutturali al problema dell’inquinamento atmosferico, come dichiarato dall’Assessore all’ambiente e rifiuti, servizi civici e informatica, Matteo Campora.

Per chi abita a Genova, questo incentivo su ebike e scooter elettrici è un’occasione davvero conveniente per valutare l’acquisto di un mezzo nuovo, ecologico e capace di far risparmiare nel lungo periodo il costo del carburante, dei mezzi pubblici e l’utilizzo di forme di mobilità alternative.

Un mezzo come quelli della nostra proposta E-Bike by RMS, che comprende i modelli dei marchi KettlerEBIKE.DAS ORIGINAL e dell'ultimo arrivato Blackbird: potete conoscerli più da vicino nei siti dedicati.

Speriamo che anche altri grandi Comuni ed enti locali trovino la forza (economica) e il coraggio di seguire questo esempio, che va sicuramente nella giusta direzione.

 

 

* immagine di Gianni Careddu (fonte: http://bit.ly/2jLNa8t)

 

 

Categoria

Generiche

Torna all'archivio notizie

Ultime notizie