RMS Your Best Partner

Home » Area Moto » Novita' area moto

Novita' area moto

13 Giugno 2016

Al TT con Marco Pagani: il bilancio dell’avventura 2016 nella corsa-mito

Per il secondo anno consecutivo il nostro amico Marco “Phagaci” Pagani ha partecipato al TT, la Road Race dell’Isola di Man che tutti gli appassionati di motociclismo conoscono e che tanti sognano, un giorno, di poter vivere in prima persona, perché è davvero unica al mondo!

Anche per il 2016 Marco ci ha chiesto di accompagnarlo e supportarlo nella straordinaria avventura del Tourist Trophy; lo abbiamo fatto con le batterie al litio Li-On, ideali sulle moto da corsa perché affidabili e performanti quanto quelle tradizionali ma più piccole e leggere, adatte a qualunque alloggiamento.

Inoltre abbiamo fornito a Marco i ricambi di alcuni dei nostri partner, come le catene AM Chain, i filtri olio Champion e le pastiglie XRAC Ferodo. Ancora, Marco ha potuto contare sul supporto del nostro tecnico Fabio Mapelli, che ha seguito il Team ufficiale RMS, BMW Franciacorta Corse, durante la trasferta britannica dopo aver contribuito alla trasformazione e alla messa a punto della BMW S1000RR del “Phaga”.

Quando è stato il momento di scendere in strada a martellare giri veloci, poi, la parola è passata a Marco Pagani. Come vi abbiamo già raccontato, Marco non è un pilota professionista: nella vita di tutti i giorni, infatti, fa l’autotrasportatore, ma, nel tempo libero, coltiva la sua passione per la velocità e per il motociclismo in particolare. Pensate: prima dell’anno scorso non era mai stato sull’Isola di Man, ma per arrivare pronto all’evento ha studiato ogni passaggio del tracciato giocando ai videogames, e lo ha imparato a memoria.

Marco ha cominciato a girare sul circuito dell’Isola di Man lunedì 30 maggio, e dopo due giorni di prove ha migliorato il suo record personale nel Mountain Course, il suo tracciato preferito, fermando il cronometro a 18’ 32” a una media di 122 miglia all’ora (pari a circa 196 km/h).

Gli imprevisti sul percorso del TT, però, sono sempre dietro l’angolo, e se le prove del Day 4 sono state compromesse da un problema elettrico - che ha costretto Marco a un ritorno ai box davvero rocambolesco, con tanto di inseguimento della Polizia per un equivoco - anche la gara Superbike di sabato 4 giugno non è andata come sperato, per via di un sasso che ha bucato il radiatore costringendo Marco al ritiro.

Il nostro amico, però, non si è perso d’animo, e nelle prove del pomeriggio con la Superstock ha registrato un nuovo record personale in 18’14”. Molto positiva anche la RL360 Quantum Superstock TT del 6 giugno, chiusa in 28° posizione: un risultato molto positivo, se valutato considerando anche l’esperienza di una concorrenza che, in tanti casi, ha la possilbità di provare molto più spesso rispetto a lui e di conoscere le insidie della Road Race dell’Isola di Man più da vicino.

Giro dopo giro, la confidenza di Marco Pagani con il percorso del TT 2016 è aumentata, e anche i risultati sono migliorati in maniera costante, segno che il lavoro di messa a punto è stato svolto bene e che la moto si è rivelata affidabile e performante.

La giornata di venerdì 10 giugno, invece, non è stata altrettanto fortunata: complice la pioggia che ha costretto gli organizzatori a rinviare la partenza e che ha lasciato l’asfalto bagnato, Marco ha avuto qualche difficoltà nel trovare il ritmo e ha chiuso 31° nel PokerStars Senior TT.

Nonostante questo l’esperienza di Marco Pagani al TT 2016 non può che essere considerata positiva: per il nostro amico, che ha dimostrato di potersela giocare alla pari con altri piloti ben più esperti e attrezzati rispetto a lui, ma anche per i ricambi firmati e distribuiti da RMS, che hanno dato a Marco la possibilità di contare su una moto sempre affidabile e performante.

 

*immagine di Alessandro Bazzana Adu

 

 

Categoria

Generiche

Torna all'archivio notizie

Ultime notizie